Coronavirus, Ljajic ha la febbre: il Besiktas lo mette in quarantena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:00

Il Coronavirus ha toccato anche il mondo del calcio: dopo i casi in Italia, l’ex calciatore di Inter e Roma è stato messo in quarantena dal Besiktas a seguito del perdurare di uno stato febbrile da ormai diversi giorni.

Coronavirus, preoccupazione per Ljajic

L’attaccante serbo, che ha vestito in Italia anche le maglie di Torino e Fiorentina, è in questo momento in Turchia, dove salvo imprevisti resterà fino al giugno del 2022, quando scadrà il suo contatto con il Besiktas. Proprio un imprevisto, secondo quanto riferito da Sportmediaset, sta mettendo in subbuglio tutta la società: il classe ’91 infatti è stato colpito da uno stato influenzale, che lo costringe ormai da diversi giorni a letto con una febbre molto alta.

La paura del Coronavirus fa il resto e così il campione è stato isolato dal resto della squadra: una misura che fonti turche assicurano essere precauzionale per evitare ulteriori problemi in vista del big match di sabato contro la capolista Trabzonspor.

Allarme Coronavirus, la situazione italiana

Oggi sono stati ufficializzati i primi 3 casi in Italia: si trovano in Lombardia, nel lodigiano. Una notizia che ha subito scosso anche il mondo del pallone. Se da un lato lo svolgimento delle gare di Serie A non è a rischio, altro discorso è quello legato al calcio dilettantistico, dove sono già state prese delle misure molto drastiche.