Atalanta-Roma, Gasperini in conferenza: “Potrei restare qui a vita. Scudetto? Il nostro obiettivo è la Champions””

| 15/02/2020 15:15

Atalanta-Roma, Gasperini presenta la sfida in conferenza | Al Gewiss Stadium di Bergamo si affronteranno Atalanta e Roma questa sera alle 20:45. Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ha presentato la sfida in conferenza stampa.

gasperini

Atalanta, la conferenza di Gasperini

Restare all’Atalanta come Ferguson allo United? “Perché no. Qui mi sento a casa. Sono inserito perfettamente nella città, vivo davvero bene qui. In questo caso non credo sia questione di risultati. Io rimarrò sempre legato a questa avventura e lo stesso credo valga per i tifosi. Poi il calcio è un’industria e non posso fare questo tipo di programmi, le cose possono cambiare da un momento all’altro. Schiodarmi da qui non sarà facile anche se da un lato farebbe piacere allenare una big”.

Scudetto? “Vediamo tutti la Juventus favorita, è la squadra più forte del campionato e vengono da otto scudetti consecutivi. Però se si arrivasse alle ultime dieci partite con una classifica come quella di oggi, io penso che possa succedere di tutto. E’ possibile, è un campionato aperto”.

Obiettivi? “Non ci poniamo obiettivi, ce li costruiamo di giornata in giornata. In Champions League abbiamo l’opportunità di passare il turno e sarebbe bellissimo. Il campionato quest’anno è strano, abbiamo fatto molto bene e potevamo avere, alla fine del girone d’andata, dei punti in più. A fine stagione mi piacerebbe vedere l’Atalanta in alto, magari di nuovo in Champions League”.

Serie A? “Alcune squadre come Napoli, Milan, Torino, Fiorentina hanno faticato, anche se sono certo che potranno migliorare, di qui in avanti”.

Atalanta da scudetto? “No, direi di no su due piedi. C’è una disparità incredibile. L’Atalanta vende, gli altri spendono. Non è solo una questione economica, io sono il primo a dare importanza al gioco, ma la dimensione societaria conta. Per vincere lo Scudetto bisognerebbe avere la stessa fortuna del Leicester: tutte le big dovrebbero giocare male per una stagione intera”.


Continua a leggere