Lite Tevez-Mancini, l’Apache: “Mi spiace, ma avevo ragione io. Lui un pazzo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:00

Lite Tevez-Mancini, il calciatore torna sull’accaduto

Ultime calcio, lite Tevez-Mancini | Uno scontro che non è stato dimenticato, soprattutto da Tevez. L’attaccante del Boca Juniors torna su quell’episodio ‘negativo’ avuto con mister Roberto Mancini, attuale ct della Nazionale italiana. Il calciatore argentino, nel 2011, vestiva la maglia del Manchester City e l’allenatore era proprio Roberto Mancini. Durante la sfida di Champions League contro il Bayern Monaco, l’allenatore ha ricevuto un secco ‘no’ dal calciatore alla richiesta di entrare in campo. Tevez si rifiutò di entrare in campo e dopo 9 anni arrivano le parole del calciatore che spiega quanto accaduto.

tevez ritorno al boca

Lite Tevez-Mancini, le parole del calciatore

Queste le parole dell’Apache in una intervista rilasciata a Fox Sports Radio:

“Mi spiace per quel brutto episodio capitato tra me e il mister, ma la verità è che avevo ragione io. Il fatto era che giocavamo a Monaco e Mancini aveva scelto El Kun Aguero come unico attaccante titolare. Stavamo perdendo 2-0 e Mancini mi ha detto di riscaldarmi. Ho pensato che sarei entrato in breve tempo, ma non è andata così. Ho corso per 35 minuti, ma niente. Poi dopo ho corso altri 15 minuti nel secondo tempo. Insomma, ho corso per più di un’ora, ma poi ho smesso. Lui mi ha detto di riscaldarmi di nuovo e io gli ho risposto di no, che era pazzo. Dopo la conferenza ha detto che non volevo giocare, in realtà non volevo continuare a riscaldarmi”.

Tevez