Calciomercato Milan: bufera Donnarumma, le ultime

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:15

Calciomercato Milan: bufera per il rinnovo di Gigio Donnarumma

Ultime Milan, per Donnarumma ed il suo rinnovo sarà presto bufera come riportato da Tuttosport.

A Milano sono ormai abituati da anni a convivere con le periodiche sfuriate di Mino Raiola sulla situazione del suo assistente principe nella rosa rossonera: non Zlatan Ibrahimovic,   appena tornato a Milano, bensì Gigio Donnarumma. L’ultima uscita del procuratore non ha fatto piacere a Milano in un momento di ritrovata tranquillità.

Maldini, Boban e Massara stanno facendo i conti con i musi lunghi di Paquetà, Suso e Piatek e le relative scarse offerte per venderli, ma avrebbero fatto volentieri a meno di ripensare subito al rinnovo del portiere.

Gigio, che a Brescia ha permesso ai suoi di vincere compiendo almeno quattro parate decisive, ha infatti il contratto in scadenza nel giugno 2021, ovvero fra meno di 18 mesi. Sono evidenti, dunque, due passaggi immediati.

Dunque se fra febbraio e giugno la società non riuscirà a trovare un’intesa con Raiola, sarà inevitabile iniziare a pensare alla cessione del portiere.

Il suo rendimento altissimo dovrebbe permetteraeuna valutazione altrettanto importante, di almeno 70-80 milioni. Anche se Donnarumma non rinnoverà il contratto già in estate sarà complicato ricevere offerte di tale entità per un calciatore a un anno dalla scadenza.

 Ultime Milan: Raiola fa infuriare i tifosi

Come detto, è stato Raiola nella notte di Brescia a riaprire il caso: «Donnarumma al momento ha un contratto, stiamo bene e poi vediamo, ma sto ancora aspettando le scuse dei tifosi. Milan? Non mi piace perché non credo che questo sia il Milan che il mondo conosce».

Già, peccato che proprio queste parole rappresentino un polverone, soprattutto se unite alla chiosa finale sulla Juventus: «Se piace alla Juve? Ovvio, che domanda: se alla Juve non piacesse, alla Juve non capirebbero di calcio. Donnarumma piace a tutto il mondo».

Bel ringraziamento, potrebbero pensare a Milano dopo aver chiuso con lo stesso agente l’affare Ibra. Per questo adesso bisogna cambiare passo. Chiuso il mercato sarà obbligatorio per i dirigenti rossoneri sedersi al tavolo con Raiola anche per evitare possibili traumatici sviluppi come successe nell’estate 2017