Brescia, Cellino: “Balotelli è sovraesposto, l’arbitro ha agito di istinto”

| 20/01/2020 18:45

Otto minuti: questi sono bastati a Mario Balotelli per scendere in campo contro il Cagliari e vedersi sventolare il cartellino rosso dall’arbitro Giua. Il presidente del Brescia, Massimo Cellino, al termine dell’Assemblea di Lega, ha parlato del comportamento di Balotelli.

Brescia, Cellino parla di Balotelli

Il presidente del club allenato da Eugenio Corini, al termine dell’Assemblea di Lega, si è fermato con i giornalisti presenti che gli hanno chiesto spiegazioni sul comportamento di Mario Balotelli.

“Non so cosa ha fatto Balotelli, ma sicuramente è un giocatore in vista, tanto in vista, perciò magari sovraespone anche gli arbitri in certe decisioni. Penso che il campionato sia diventato particolarmente complicato anche per gli arbitri che sono spesso sotto pressione. Il gesto di un arbitro è spesso istintivo e se ha espulso Mario è perché doveva farlo”.

Rosso e nervosismo: Balotelli perde le staffe

L’attaccante bresciano, dopo il fallo scomposto su Pisacane, è stato ammonito dall’arbitro Giua. Rialzandosi ha letteralmente mandato a quel paese il direttore di gara che si è visto costretto a prendere provvedimenti. Dopo l’espulsione, l’attaccante italiano, è andato su tutte le furie e, uscendo dal campo, ha continuato a protestare in modo veemente con il quarto uomo. La squalifica di Mario Balotelli, perciò, potrebbe essere più lunga del previsto e creare non pochi problemi a Corini e ai suoi compagn di squadra.


Continua a leggere