La RAI si scaglia contro il Napoli: “Danneggiato il pubblico servizio”

| 07/01/2020 19:00

Arriva la risposta della RAI dopo quanto accaduto ieri sera allo stadio San Paolo prima di NapoliInter con Lorenzo Insigne in diretta.

Ultime Napoli, la RAI diffida gli azzurri

Questo l’antefatto: l’attaccante di Frattamaggiore è ai microfoni del giornalista RAI, in diretta poco prima del fischio d’inizio del posticipo, intervistato dal giornalista Thomas Villa. Nel mezzo del collegamento irrompe l’addetto stampa del Napoli, Guido Baldari, che blocca tutto per lo sgomento dello studio, adducendo che tale diretta non fosse conforme al regolamento. Il giornalista Varriale getta acqua sul fuoco, accusando però al contempo l’ufficio stampa dei partenopei di ignoranza a proposito del regolamento, visto che tale prassi è comune a tutte le altre squadre di Serie A.

Il comunicato

Piove sul bagnato quindi per gli azzurri, dopo la sconfitta per 1-3 subita per mano dei nerazzurri. Dopo tale scivolone, oggi è arrivata la presa di posizione da parte del comitato di redazione e del fiduciario di Milano di RAI Sport, che con un comunicato stigmatizza quanto accaduto: “Quello che è successo lunedì 6 gennaio durante la diretta di Novantesimo minuto è inaccettabile. Questo intervento senza precedenti, nel mezzo di una diretta ha creato forte imbarazzo e ha causato un grave danno in termini di immagine alla Rai. Chiediamo, pertanto, una spiegazione di quanto accaduto e le immediate scuse da parte della società“.


Continua a leggere