UEFA, Ceferin: “Voglio riformare il fuorigioco”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

Regolamento UEFA, Ceferin: “Voglio riformare il fuorigioco”

Ultime UEFA | Aleksandar Ceferin, presidente UEFA, ha parlato nel corso di un’intervista concessa al Daily Mirror del VAR e del suo utilizzo:

“In questo momento rischi di essere in fuorigioco se hai il naso lungo. Anche le linee sono tracciate dal VAR. Quindi il disegno di criteri oggettivi è un po’ soggettivo. Per cui la nostra proposta sarà, e ne discuteremo con la nostra divisione arbitri, quella di avere una tolleranza di 10-20 centimetri”.

Una proposta che sarà sicuramente soggetta a molte critiche quella di Ceferin, che ha parlato anche di altri temi nel corso di un incontro avuto qualche settimana da con alcuni allenatori:

“Ho incontrato in UEFA due settimane fa i migliori allenatori. C’erano Klopp, Guardiola, Allegri, Ancelotti, Zidane. Il nostro designatore Rosetti ha mostrato alcuni falli con la mano. Su un episodio, la metà di loro ha detto di sì, l’altra no. Per cui ditemi come può essere chiaro il regolamento. Non sappiamo nulla”.

Notizie UEFA, parla Ceferin

Ceferin ha parlato anche del modo di utilizzare il VAR:

“Alcuni arbitri in Inghilterra non controllano nemmeno. In Italia controllano per mezz’ora. Insomma, è un casino. Io del VAR non sono mai stato un fan. Ormai i guardalinee non alzano nemmeno la bandierina. Aspettano, aspettano, aspettano. Ed un altra cosa, i calciatori non possono nemmeno festeggiare. Ora attendono il VAR. E nonostante ciò non si riesce a distinguere un fallo di mano. Come si fa a definire un fallo intenzionale? L’arbitro dovrebbe essere uno psichiatra”.