Ammutinamento Napoli, i tifosi pensano ad una causa contro i giocatori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:30

Ammutinamento Napoli, tifosi pensano ad una causa

Ammutinamento Napoli causa | Una causa civile con richiesta di risarcimento danni nei confronti di quattro giocatori del Napoli, Callejon, Mertens, Insigne e Allan, ritenuti i promotori dell’ammutinamento contro il ritiro voluto dal club al termine del match di Champions League contro il Salisburgo. E’ l’obiettivo dell’iniziativa di quattro tifosi del Napoli, professionisti e imprenditori, magistrati e medici, alcuni dei quali vivono in Toscana, ma uniti dalla fede per la squadra azzurra. Ritengono di aver subito un danno d’immagine.

Ammutinamento Napoli causa

Notizie Napoli, il ricavato in beneficenza

“E se vinceremo doneremo tutti i soldi al carcere minorile di Nisida per l’acquisto di attrezzature sportive”, annunciano in una nota. I quattro supporter, tra cui Vincenzo Del Regno, ex segretario generale del Comune di Firenze oggi magistrato della Corte dei Conti della Toscana, e Sergio Mondillo, hanno dato mandato all’avvocato Matteo Buoncristiani del foro di Grosseto di verificare la possibilità di una causa civile e di un risarcimento danni nei confronti dei quattro atleti. Il legale, all’Agi, chiarisce che “faremo una verifica per la fattibilità dell’azione per poi raccogliere altri tifosi, qualora vogliano partecipare a questa azione per poi procedere“. “Ci consideriamo vittime della situazione, è stata lesa l’immagine di noi tifosi prima di tutto”, spiega Del Regno, originario di Montecorvino Rovella, nel Salernitano, ma che vive da anni a Siena, aggiungendo che “non esiste che i giocatori si sentano intoccabili e decidano di contestare certe scelte”. E chiarisce che “chiunque voglia aderire alla nostra iniziativa, può farlo tranquillamente rivolgendosi all’avvocato Buoncristiani” perché sottolinea il promotore “sosterremo noi le spese del ricorso”.