Cessione Roma, Friedkin vuole chiudere entro Natale: la trattativa

Cessione Roma, Friedkin vuole chiudere entro Natale

Cessione Roma Friedkin | Friedkin ci sta riflettendo con attenzione e  con i suoi avvocati e gli advisor di Jp Morgan sta studiando nel dettaglio tutti i conti della Roma. Lo rivela, nel dettaglio, l’edizione oggi in edicola de La Gazzetta dello Sport. Friedkin dovrebbe tornare nella Capitale a dicembre, prima delle feste di Natale. E al massimo ad inizio 2020 vuole il via libera all’aumento di capitale da 150 milioni di euro, di cui il magnate di Houston ne verserebbe circa 130, quelli relativi all’85,677% delle azioni della Roma in mano a Pallotta (e quindi a As Roma Spv Llc). Poi lo stesso Friedkin darebbe l’assalto al club, valutatocirca 600 milioni di euro (da cui scalare i 272 di indebitamento attuale), più eventualmente gli 80 che Pallotta ha finora speso per i progetti dello stadio.

Cessione Roma Friedkin

Notizie Roma, titolo in Borsa sospeso

Pallotta ormai è nettamente deciso a passare la mano, la lunga trafila per lo stadio di Tor
di Valle sommato alla situazione ambientale e al vuoto pneumatico nella bacheca trofei di Trigoria hanno fatto il resto. In ogni caso anche nel caso in cui Friedkin decida di prendersi il pacchetto di maggioranza, Pallotta vuole restare all’interno della Roma con delle quote.
Intanto il mercato scommette sul buon esito dell’operazione. Anche ieri a
Milano il titolo “As Roma” è stato subito sospeso, dopo appena 20 minuti dall’apertura per eccesso di rialzo. Erano anni che la Roma non volava così a Piazza Affari.