Napoli, Rummenigge rimpiange Ancelotti: “Ho pianto al suo esonero”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:30

News Napoli Rummenigge Ancelotti “Sono convinto che l’Inter possa veramente vincere quest’anno lo scudetto, o almeno fare un buon campionato. Sono molto contento e convinto”. Sono le parole dell’ex nerazzurro, oggi amministratore delegato del Bayern Monaco, Karl-Heinz Rummenigge, a Trento per la seconda edizione del Festival dello Sport. Notizie Napoli Rummenigge Ancelotti

News Napoli Rummenigge Ancelotti un rimpianto

Ma non è questo il concetto più interessante che il dirigente tedesco ha evidenziato. L’amministratore delegato del Bayern Monaco è tornato a parlare dell’esonero dell’attuale allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, nel 2017. “Ancelotti è un grande allenatore, però dopo un anno e mezzo le cose non andavano bene e i risultati non ci soddisfacevano – ha detto RummeniggeForse dovevamo aspettare un po’ di più prima di separarci. Ma venivamo da una sconfitta pesante con il Paris Saint Germain”. Poi una vera e propria chicca. “Ancelotti è un grande personaggio, ricordo che quando gli comunicai che era finita mi venne da piangere. Lui si alzò, mi abbracciò e mi disse: ‘Va bene così, non sei più il mio boss ma sei sempre un amico’”.

Il lavoro di Conte

La battuta finale è dedicata invece all’attuale tecnico dell’Inter più volte in passato accostato proprio ai bavaresi. “Conte? Sta facendo un ottimo lavoro, è stato capolista fino a domenica sera, l’importante è che l’Inter abbia un allenatore che dia fiducia e qualità e credo che Conte sia quanto la società ha richiesto”