Zoff su Buffon: “Sarri non ha bisogno di leader ed ombrelli”

Ultime Juventus, l’ex Zoff su Buffon: “Sarri non ha bisogno di leader ed ombrelli”

Notizie Juventus | Dino Zoff, ex portiere della Juventus, ha parlato del ritorno di Buffon nel  corso di un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport:

«Se ha voglia di continuare a essere un giocatore, di rimanere nel giro o di stare in panchina, mi pare che problemi non ce ne siano. Sono libere scelte del giocatore e della società. Mi sembra tutto normale».

Secondo lei Buffon è ancora un grande portiere? 
«Non voglio esprimere giudizi tecnici né fare valutazioni fisiche. Se uno si sente di andare avanti, fa bene. E per dire la verità, non è che abbia seguito molto Buffon nella sua esperienza in Francia, al Psg».

Non ritiene che Szczesny possa vivere con fastidio il fatto di avere Buffon alle spalle?
«Non credo, penso che la società abbia parlato a tutti e due e che la situazione sia chiara. Presumo che Buffon sia rientrato per ricoprire il ruolo di dodicesimo, ma in realtà non lo so, vedremo come evolverà».

Ruolo da Leader?
«No, non credo e non ho mai creduto alla storia dei leader dello spogliatoio. Per me nelle squadre comandavano e comandano gli allenatori, e in questo caso comanderà Sarri».

Lei smise nel 1983 a 41 anni.
«Queste non sono cose che si decidano da soli. Ne parli con chi ti è vicino, con la società, si valutano gli interessi reciproci. È tutto abbastanza semplice e naturale, non creiamo complicazioni. Se Buffon vuole rientrare alla Juve, lo faccia secondo le sue aspettative e quelle del club».

Zoff non avrebbe preso Buffon?

Così Zoff a Radio Sportiva: «Se Buffon vuole continuare a giocare o stare in panchina, ben venga. Non vedo alcun problema, ognuno fa quello che si sente di fare, senza considerazioni negative. L’idea di un futuro in dirigenza può aver influenzato la sua scelta di tornare alla Juventus. Non sono contrario al fatto che sia rientrato a Torino, magari non me l’aspettavo. Può dare il suo contributo, però Sarri non ha bisogno di ombrelli».

Domanda: potrebbe riprendersi il posto in Nazionale? «Ora non esageriamo».