Castagne alla Gazzetta dello Sport: “Ha parlato con il mio agente, io tratto il rinnovo”

Calciomercato Napoli, parla Castagne. Timothy Castagne, esterno dell’Atalanta, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport:

 «Inizio non semplice, psicologicamente l’ho accusato. Poi, dal 2-2 con la Juventus di dicembre, è andato tutto alla grande, con l’Atalanta e la Nazionale. Ora sono cotto, devo riposare! (Ride, ndr).

Sto bene e credo nei miei mezzi, così ci provo. La rete di sabato contro il Kazakistan è stata davvero emozionante, la prima volta non si scorda mai. E poi l’occhio vuole la sua parte: non male quel colpo di testa».

Castagne sul mercato

Il terzino ha parlato anche di mercato e dell’interesse del Napoli. «A Bergamo sto benissimo, non l’ho mai nascosto. Adesso stiamo trattando per il rinnovo di contratto, credo sia stato giusto iniziare a parlarne a campionato concluso. Sono tranquillo, vedremo quali saranno i segnali della dirigenza».

Il Napoli bussa ancora? «Penso lo abbia fatto alla porta del mio agente, non so molto altro. La Serie A è un torneo molto competitivo, mi piace, ma un giorno vorrei misurarmi con la Premier. E sulle offerte, sarò onesto: in generale non mancano, ma la priorità è l’Atalanta»

Gasperini? «Fondamentale che sia rimasto, il progetto va forte. L’anno scorso, soprattutto in attacco, non c’era ampia scelta. Se fosse mancato uno tra Gomez, Ilicic e Zapata sarebbe stato un problema. L’intenzione è mantenere questa ossatura, aggiungendo 3-4 calciatori di alto livello. Dopo un 2018-2019 straordinario,èimportante che la società stia andando in questa direzione».

Nelle ultime ore c’è stata l’accelerata per Muriel. «Ho letto anche io, speriamo! Che giocatore, veramente forte. È in grado di fare la differenza sia da titolare che subentrando. Può spaccare le partite, uno come lui sarebbe perfetto».