Atalanta: corsa contro il tempo per giocare la Champions a Bergamo

| 12/06/2019 11:45

Notizie Atalanta: Percassi vuole la Champions a Bergamo

Ultime Notizie Atalanta: il nuovo stadio a tempo di record. Come riportato da Tuttosport,  nel cantiere di Bergamo ogni giorno lavorano circa 80 persone divise su turni che iniziano alle ore 6 e finiscono alle 22 con l’obiettivo di rispettare la tabella di marcia e di dare sempre grande soddisfazione al presidente Antonio Percassi.

Il numero uno della Dea, al mattino presto e la sera tardi, passa a vedere da vicino come proseguono le attività. Lo stadio di Bergamo è chiuso per lavori, lo scorso 7 maggio è iniziata la demolizione della curva Pisani e a distanza di poco più di un mese tutto procede nel migliore dei modi.

«Stiamo rispettando la tabella di marcia – racconta Roberto Spagnolo, responsabile unico dei lavori per Stadio Atalanta – e questo è molto importante. Inizialmente c’erano la Despe-Demolizioni Speciali e Milesi Scavi per la fase di demolizione, scavi e reinterri, sono stati veloci e hanno risparmiato una settimana rispetto al previsto permettendo di procedere ancora più speditamente. La SMV Costruzioni si occupa del coordinamento dei lavori, adesso ci sono ottanta persone in azione che entrano sempre dai tornelli per garantire massima sicurezza ma tra un mese toccheremo punte di oltre 250 operai.

Difficilmente riusciremo ad anticipare, l’obiettivo è arrivare a fine settembre con il cantiere chiuso e giocare lontano da Bergamo solo due partite: lunedì pomeriggio è arrivato l’ok definitivo dalla Prefettura, disputeremo le gare interne a Parma».  

Dea: il sogno è disputare la Champions League nel nuovo stadioAtalanta Luca Percassi Milan Gasperini

L’obiettivo è giocare la Champions League a Bergamo come spiega il direttore Roberto Spagnolo che ha svelato alcuni retroscena molto importanti.

«Ho sentito poche ore fa i commissari Uefa, ho cercato di illustrare la situazione e i primi riscontri confermano la disponibilità a verificare la possibilità di giocare qui. Entro pochi giorni sarà fissata la data del viaggio dei commissari Uefa a Bergamo per valutare il cantiere e il progetto che vogliamo portare avanti per ottenere la possibilità di giocare a Bergamo la Champions League.

Mostreremo alla Uefa cosa abbiamo fatto e cosa ci impegniamo a fare per avere il loro ok, ci sono interventi che non erano previsti ma proveremo a completare lo stesso in modo definitivo come nella zona spogliatoi, altri per cui stiamo cercando una soluzione e altri ancora per cui certamente servirà la deroga: mi aspetto la visita al cantiere entro la fine di giugno e l’eventuale ok da parte loro per la metà di luglio. Sarà dura ma se la Uefa conferma che sarà possibile giocare a Bergamo in Champions il cantiere correrà ancora di più per farsi trovare pronto. Vediamo cosa si riesce a fare, ci proviamo».

 


Continua a leggere