Calciomercato Milan Andrè Silva | Una grana per i conti della Società rossonera Tra le tante preoccupazioni di Leonardo e Maldini non ci sono solo la corsa alla Champions League e il bollente spogliatoio di Milanello che anche un sergente di ferro come Rino Gattuso fatica a domare. Da ieri un nuovo diavolo, è proprio il caso di dirlo, si è innestato fra i capelli dei due dirigenti e corrisponde al nome di André Miguel Valente Silva, noto semplicemente come André Silva.

Calciomercato Milan Andrè Silva torna a casa

Il calciatore portoghese, acquistato nell’estate del 2017 dal Porto per la considerevole cifra di 38 milioni di euro, non ha mantenuto le promesse. I rossoneri lo avevano prelevato per farne il cuore dell’attacco ma le prestazioni sono state di basso livello: 24 presenze, due sole reti e tanti infortuni. Per questo nell’estate del 2018 Leonardo e Maldini erano stati ben felici di concederlo al Siviglia in prestito con diritto di riscatto per prendere al suo posto Gonzalo Higuain. La storia ci insegna che l’operazione Pipita è miseramente fallita ma purtroppo per i rossoneri anche il passaggio del portoghese in Spagna non è andato come doveva.

Il tecnico del Siviglia durissimo

E’ di queste ora infatti una durissima dichiarazione del tecnico del Siviglia Caparros: “negli ultimi mesi Andrè Silva è scomparso, chiedo al Portogallo di non convocarlo, sarebbe un insulto al calcio. Credo che la Uefa debba investigare sui suoi referti medici”. I fatti. Il calciatore non risponde alla convocazione del tecnico da quasi due mesi. Nel frattempo, però, ha dato la disponibilità a partecipare alla semifinale di Nations League Portogallo-Svizzera in programma il prossimo 6 giugno. Il calciatore nell’avventura in Liga era partito bene, 9 reti nelle prime 20 partite, ma poi il lento declino. Ora la rottura con il tecnico degli andalusi. La morale della favola è che la società diretta di Monchi non eserciterà il diritto di riscatto e il Milan si troverà in rosa un calciatore che non vuole, svalutato, senza mercato e con parte dei 38 milioni da versare al Porto ancora da pagare. Insomma una bella grana