Nazionale, Mancini: “I giovani sono un patrimonio, continuiamo così. Allegri-Adani? Ognuno ha le sue opinioni”

| 29/04/2019 15:30

Nazionale, parla Mancini in conferenza prima dello stageItalia Roberto Mancini Formazione

Roberto Mancini Nazionale| Roberto Mancini, commissario tecnico della Nazionale Italiana, ha parlato in conferenza stampa dal ritiro di Coverciano, aprendo lo stage del 29 e 30 aprile che vedrà coinvolti svariati giocatori in vista dell’Europeo Under-21.

Queste le dichiarazioni di Roberto Mancini

“Cerchiamo di portare avanti un pensiero che possa esser condiviso. Riuscire a dare alle squadre una certa mentalità offensiva come stiamo cercando di fare è una cosa positiva. Le Nazionali giovanili stanno migliorando molto, i ragazzi di qualità in Italia si trovano sempre, non sarà mai un grande problema: il problema è quando arrivano in Prima Squadra, dove fanno fatica a giocare.

Tonali? Può giocare il Mondiale U-20, l’Europeo U-21 e in Nazionale A. Vedremo dove potrà essere più utile. Zaniolo e Kean? Nicolò aveva saltato altre convocazioni, Moise c’era già stato. Abbiamo chiamato tanti giovani e volevo rivederlo. Oltre ad alcuni più esperti che non avevamo fatto in tempo a vedere. Io convoco Barella, Donnarumma, Zaniolo, Chiesa, Mancini, Kean e Pellegrini. Poi ci organizzeremo e lo stiamo già facendo”.

Sulla lite Adani-Allegri: “Il problema è che finita la partita, l’allenatore può essere stanco, quindi fa tante interviste. Si è parlato di calcio, mi sembra che abbiano divagato, ci sta dopo la partita. Non è niente di grave. Infine su Balotelli aggiunge – Oltre a far gol e far bene, deve comportarsi bene. Nel comportamento generale deve esserci la correttezza in campo”.


Continua a leggere