Capello sui tifosi: “Comandano loro, c’è business in quel mondo e non è normale. Fanno solo danni”

| 27/04/2019 12:00

Capello parla dei tifosi ai taccuini del Corriere Della Sera

Capello sui tifosi| Fabio Capello, ex allenatore e attuale opinionista a Sky, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere Della Sera. In particolare si è parlato del ruolo dei tifosi nel calcio moderno. Queste le sue dichiarazioni.

Queste le dichiarazioni di Capello

“Comandano i tifosi? Si, confermo la mia posizione e le mie idee, nel calcio comandano gli ultrà. Purtroppo sono isolato. Eppure è proprio così, come ho detto tanti anni fa. Essere ultrà è un mestiere, in quel ruolo si fa business: non è normale. All’estero si interviene e si puniscono i responsabili, da noi è tutto diverso: servirebbero provvedimenti seri, importanti, invece niente. Guardate cosa succede in Inghilterra: certo personaggi vengono fermati. Anche in Spagna è lo stesso. E se osservate le immagini della Premier, vi accorgerete che gli stadi sono sempre pieni. 

Perché non c’è fermezza? Non lo so. Ma so che se un ultrà va allo stadio e si comporta com’è successo a San Siro, procura un danno a tutti: agli altri tifosi, allo sport. Avete visto come si comportano i calciatori alla fine della partita? Non salutano tutto lo stadio dal centro del campo, non ringraziano ogni tifoso di ciascun settore: vanno sotto la curva, dagli ultrà. Una sciocchezza, una mancanza di rispetto verso gli altri”. 


Continua a leggere