Milan-Lazio, le pagelle di Gazzetta: Suso bocciato

| 25/04/2019 09:15

Milan-Lazio, i voti di Gazzetta: Suso da 4,5

Milan-Lazio, i voti della Gazzetta dello Sport. Una brutta serata per il Milan che cade 1-0 contro la Lazio tra le mura amiche. Il risultato sta anche stretto ai bianconcelesti che in virtù dello 0-0 dell’andata passano il turno.

La squadra di Inzaghi, il 15 maggio, nel suo stadio, inseguirà la sua settima Coppa Italia che torna in palio dopo 4 anni di tirannia juventina. In finale Simone Inzaghi troverà l’Atalanta o la Fiorentina che si sfidano stasera. Per la cronaca, ha deciso un gol di Correa a inizio ripresa, per la storia del match ha deciso la superiore qualità della squadra romana che ha controllato, colpito e avrebbe potuto dilagare: 8-2 il bilancio dei tiri in porta. Per 85’ il Milan non è andato oltre un tiretto di Calabria.

Piatek non ha calciato, mai lo hanno rifornito. Sarebbe facile gettare la croce su Gattuso che ha azzardato una formazione nuova e ha creato così poco. Ha le sue colpe. Per esempio, ha preso un contropiede simile, con angolo a favore, anche dall’Udinese. Mancano delle conoscenze. Ma è anche vero che chi poteva dargli qualità (Calhanoglu, Biglia, Paquetà) ieri era fuori.

La verità secondo è Gazzetta è che questo Milan non ha grandi giocatori, in particolare a centrocampo dove si decidono i destini. Questo Milan, sopravvalutato, non deve essere rifinito, ma rifondato con profili molto più alti di Suso, Biglia, Calhanoglu e forse anche di Paquetà.

I voti


Continua a leggere