Il Corriere attacca Caressa: “Non era rigore per la Juve, peggior telecronaca!”

| 20/04/2019 00:00

Il Corriere attacca Caressa

Un attacco molto pesante quello che Il Corriere della Sera muove nei confronti di Fabio Caressa e Beppe Bergomi, telecronisti ed opinionisti sportivi di Sky Sport, che, di partita in partita, attirano su di sé l’attenzione dell’opinione pubblica a suon di affermazioni controverse e modi di fare volti alla spettacolarizzazione ed all’intrattenimento. In particolare dopo l’ultima telecronaca della coppia, durante Juventus-Ajax, con Caressa che è inveito contro l’arbitro sostenendo dopo il contatto di Blind con la sfera che: “In Italia non ci sarebbero stati dubbi, quello è rigore. Rimango perplesso”, il Corriere ha attaccato la coppia: “Certo, specie se a favore dei soliti noti. Il rigore non c’era. Esiste un caso Caressa? Parrebbe proprio di sì e immagino che a Sky comincino a preoccuparsi”. 

Esiste un caso Caressa

Sulla falsa riga del post di Cacciatore, Il Corriere dello Sport attacca pesantemente Caressa ed il suo modo di fare informazione. “Già la narrazione di Juventus-Atletico Madrid avrebbe dovuto vincere il premio della ‘peggior telecronaca dell’anno’. Il giornale attacca poi la coppia ed i suoi modi di fare volti sempre alla caciara ed all’eccesso piuttosto che a fare informazione, in particolare durante le gare della Juventus di Massimiliano Allegri: “A un certo punto dell’incontro, ha iniziato a chiamare per nome i bianconeri: Giorgio, Cri, Moise, Federico. Sì, esiste un caso Caressa”. Parole dure, durissime, che avranno ripercussioni nei prossimi giorni.


Continua a leggere