Cassano rinviato a giudizio: la nuova bravata fuori dal campo

Antonio Cassano è stato protagonista di un brutto episodio. Come racconta la Gazzetta dello Sport, la storia risale a un anno fa, quando l’ex fantasista barese avrebbe reagito male a un controllo della polizia locale di Nervi. Cassano stava guidando la sua auto ed è stato bloccato da una pattuglia di vigili urbani per eccesso di velocità. Secondo la denuncia, sarebbe sceso dalla macchina e avrebbe iniziato a insultare i vigili. L’ex giocatore avrebbe anche strappato il libretto delle multe all’agente che stava verbalizzando l’accaduto. A quel punto è scattata l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, a cui Cassano proverà a difendersi.

SERIE A, CASSANO

Cassano e il duro scontro con i vigili urbani

L’avvocato Pietro Bogliolo, il legale dell’ex Sampdoria, ha già presentato opposizione contro la multa. Secondo l’agenzia Ansa, nei prossimi giorni il procuratore aggiunto di Genova, Francesco Pinto, invierà il decreto di citazione a giudizio per Cassano, finito sotto inchiesta per questa spiacevole vicenda. Se venisse confermata non sarebbe la prima volta per Cassano, che non sembra aver imparato la lezione dopo i tanti show dentro al campo. La lista delle “cassanate” continua ad aggiornarsi e si spera che questa sia stata l’ultima volta.

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore