Dopo l’incendio della cattedrale di Notre Dame, tutto il mondo, compreso quello del calcio, si è mosso per aiutare la ricostruzione.

Incendio Notre Dame, il contributo del PSG nella ricostruzione

Le immagini della cattedrale del 1100, uno dei simboli della cristianità, che va a fuoco nella settimana di Pasqua, hanno fatto il giro del mondo. Il rogo è stato spento da circa 5 ore, ma ci vorranno fra 10 e 15 anni, oltre che centinaia di milioni di euro, per restaurare Notre-Dame a seguito dell’incendio che l’ha devastata lunedì: è quanto stima la federazione delle imprese francesi specializzate nel restauro di monumenti.

Notre Dame, gli aiuti dal mondo del calcio

Fioccano già da ogni parte del globo offerte di aiuto ed il mondo del calcio non poteva mancare all’appello: “Questa cattedrale che fa parte del nostro patrimonio”, è l’impegno espresso da Nathalie Boy De La Tour, presidente della LFP, che riunisce i club di calcio francesi. Anche il PSG, uno dei club più ricchi del mondo, ha annunciato la volontà di partecipare all’opera di ricostruzione con un comunicato apparso sul sito ufficiale: “Il Paris Saint-Germain e la grande famiglia del club, sosterranno nel lungo periodo la ricostruzione di Notre-Dame de Paris”. Grande commozione nel comunicato del club francese, che raccoglie tutto il dolore dei francesi, dei tifosi del PSG e di chiunque nel mondo sia rattristato per questa immane catastrofe. Poi l’annuncio: “Già da adesso, il Paris Saint-Germain coordinerà una mobilitazione con l’obiettivo di guidare o partecipare ad una serie di iniziative, tra le quali una raccolta fondi che sarà parte dell’enorme quantità di donazioni che verranno fatte per la ricostruzione della struttura negli anni a venire”.