Il presidente della FIGC Gabriele Gravina commenta aspramente l’episodio che ha visto protagonisti il duo Kessie-Bakayoko con la maglia di Acerbi.

Kessie-Bakayoko, Gravina promette sanzioni

Il gesto dei due rossoneri, che in teoria doveva essere uno scherzo o giù di lì, un momento che ha preso spunto da un botta e risposta social tra Bakayoko e lo stesso Acerbi nel pre-partita, è diventato un episodio che potrebbe far rischiare molto i due centrocampisti. Tanti quelli che hanno biasimato il loro comportamento, tra cui il presidente della Federazione Italiana Gioco Calgio, Gabriele Gravina, intervenuto a La Politica nel pallone, in onda su Gr Parlamento: “È stato un atteggiamento irriguardoso e, come ha detto il sottosegretario Giorgetti, indegno, che va punito, denunciato e valutato secondo quelle che sono le norme ed i principi del nostro mondo. Esibire la sua maglia come uno scalpo sotto la curva è stato un qualcosa di antipatico che dobbiamo prevenire”.

Secondo il numero 1 della FIGC, i social dovrebbero usarsi in maniera diversa che per punzecchiarsi in vista di una partita e che anzi sarebbero deleteri per la preparazione delle stesse. D’altronde lo stesso Acerbi, che Gravina ha definito “straordinario“, stringendo la mano ai giocatori del Milan ha dimostrato di voler subito chiudere la polemica.