Frosinone-Inter: le pagelle di Gazzetta

Frosinone-Inter: i voti della Gazzetta dello Sport. Un sospiro di sollievo per la corsa Champions.

La vittoria di ieri può valere l’Europa, il grande calcio, una cinquantina di milioni sicuri e quella dolce musichetta svanita troppo presto contro Barcellona e Tottenham. Ancora tutta da decidere la rincorsa all’altro scudetto, sette sorelle sono in ballo per due posti, dai nerazzurri fino alla Samp rimessa in corsa dal derby. Però l’Inter ha risposto a Milan e Roma. Ha mantenuto le distanze. Cinque punti sui rossoneri e in teoria sull’Atalanta (che stasera posticipa con l’Empoli) sono una ricchezza che soltanto una patrimoniale da calo di tensione potrebbe intaccare. E l’Inter è un po’ «pazza», si sa.

A Frosinone arriva una bella vittoria anche se con qualche timore di troppo. Abito di gala nel primo tempo, fin troppo facile, due gol con scambio di cortesie dagli undici metri tra Perisic e Icardi. Poi la difficile ripresa, con la squadra di Baroni rientrata in partita, il gol di Cassata, e tanta sofferenza. Finché Vecino non ha chiuso i conti nel recupero.

Il migliore: Skriniar, voto 7

Un muro, non c’è altra definizione e non s’offenda Samuel per un soprannome scippato. Incontenibile anche in area avversaria, chiedere a Chibsah per conferma. Non c’è pallone alto che non domini, non c’è palla vagante sulla trequarti su cui non si avventi col suo piedone