Atalanta, Freuler: “Mercato? Se ne parla troppo, penso solo alla Dea”

| 03/04/2019 10:45

Notizie Atalanta, Freuler non pensa al calciomercato

Ultime Atalanta Freuler | Remo Freuler, centrocampista dell’Atalanta, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport:

Ultime Atalanta, parla FreulerLazio Remo Freuler

 

«Ogni match sarà decisivo, noi siamo pronti. Mercato? Se ne parla troppo, ma penso solamente all’Atalanta . A Bergamo una stranezza difficile da spiegare, considerando inoltre un pubblico speciale che spinge fino al 90’, ma non vanno dimenticati gli episodi. Con il Chievo, per esempio, abbiamo avuto varie chance per andare in vantaggio, poi ha segnato Meggiorini. E non è sempre facile rimontare. In campionato giocheremo altre 5 partite in casa (2 a Reggio Emilia, n.d.r.), 6 con la Coppa Italia. Vogliamo vincerne il più possibile, a partire da quella col Bologna. Tre successi consecutivi non possono essere un caso. Il Bologna è compatto e ha elementi forti, soprattutto in mediana e davanti. Con Mihajlovic ha cambiato ritmo. Affronta l’avversario con il giusto atteggiamento, non si chiude e se la gioca faccia a faccia. Sarà un impegno complicato, ma per noi i 3 punti sono fondamentali».

Dove può arrivare questa Atalanta?

«Siamo in corsa in due competizioni. È tutto in palio, inutile fare calcoli e scegliere l’una o l’altra strada. Pensiamo a un match alla volta, sperando di giocare come a Parma. Fisicamente ci siamo, lo abbiamo dimostrato anche domenica. Nonostante un pomeriggio caldo, nella ripresa siamo venuti fuori alla grande. Questo è un segnale molto indicativo, vuol dire che finora abbiamo lavorato nel modo corretto».

Per l’Europa è bagarre: le favorite?

«Difficile rispondere, la classifica è cortissima. Siamo tutte lì, ma preferisco guardare in casa nostra. Siamo a -4 dalla Champions League, le cose potrebbero cambiare da un momento all’altro. Si può essere terzi o quarti, come fuori da tutto. E non dimentico Sampdoria e Torino. Chi sbaglierà di meno, arriverà lontano».

Domenica ecco l’Inter, magari con un Icardi in più.

«Forse loro saranno ancora un po’ arrabbiati per il 4-1 subito all’andata. Sarà una bella sfida, noi ci proveremo. L’altra questione, invece, non ci riguarda. Ora testa al Bologna, poi vedremo quale sarà la situazione al termine di questi due impegni».


Continua a leggere