Notizie Milan: assalto a Diawara

Calciomercato Milan Diawara | Con l’approdo in Champions il Milan in estate proverà a cambiare qualcosa a centrocampo. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, Rino Gattuso l’ha detto tante volte: «Firmerei per chiudere il campionato al quarto posto, con l’Inter terza». L’obiettivo è uno solo.  Così si spiega il blitz furioso che il tecnico e la dirigenza rossonera (nelle persone di Leonardo e Maldini) hanno inscenato in spogliatoio dopo il 2-3 di domenica. Perdere ci sta, ma la quasi-rissa tra Kessie e Biglia andava censurata immediatamente.

I motivi della sfuriata sono….50 milioni. Tanti, infatti, sono gli euro che finirebbero nella casse di via Aldo Rossi in caso di qualificazione ai gironi di Champions. È una cifra stimata sui premi Uefa, costituiti da una quindicina di milioni garantiti, dal market pool e dal ranking storico. Il Milan avrebbe più margine di manovra nella campagna acquisti, sebbene gran parte delle strategie vadano modulate sull’esito dell’appello al Tas per la vicenda del Fair play finanziario violato.

Intanto il Milan lavora sui sogni: Federico Chiesa ha preso forza nelle ultime ore, quello per Sergej Milinkovic-Savic non è mai tramontato. E sui scatti molto onerosi: difficile pensare a un Milan senza Tiemoué Bakayoko, ma il Chelsea attende i 35 milioni pattuiti.

Non essendo ancora nemmeno arrivata la primavera, si devono fare i conti con la situazione attuale. Tre calciatori sono in dubbio: Suso (clausola per liberarsi), Calhanoglu (discontinuo e richiesto in Germania), Cutrone (panchinaro scontento).

Diawara piace ma è infortunatoDiawara

Per questo arriveranno un esterno e un centrocampista: Allan Saint-Maximin, Gerard Deulofeu e la suggestione brasiliana legata a Everton Sousa, talento 22enne del Gremio, sono in nomi per la corsia. A centrocampo, invece, si guarda in casa Napoli: Amadou Diawara rischia di aver già finito la stagione per un problema osseo, con Ancelotti non ha brillato e potrebbe partire. E un occhio è sempre puntato anche sul Sassuolo: l’a.d. Carnevali aveva blindato Stefano Sensi e Alfred Duncan, ma solo fino a giugno.