Il noto telecronista di Sky Fabio Caressa si difende dalle accuse di faziosità verso Cristiano Ronaldo della Juventus

Caressa Cristiano Ronaldo | “Chiedo scusa a mia moglie, ma questa sera mi sono innamorato“: il telecronista aveva concluso così la sua telecronaca di Juventus-Atletico Madrid, entrata già nella storia delle rimonte della Champions League. Qualcuno aveva storto il naso di fronte a tanto entusiasmo, ma Caressa si difende: “Mia moglie? Del calcio non gliene può fregare di meno, ha twittato la mia frase e si è fatta una risata sopra. Ero interista nella stagione del Triplete, l’anno scorso con la Roma in semifinale di Champions ero giallorosso. E sono stato anche milanista. Non sono un tifoso: quando ho cominciato come giornalista a 16 anni seguivo la Lazio. Poi la Roma. Sono cresciuto studiando le telecronache di Sandro Piccinini, che non erano faziose”. 

Caressa spiega quindi quale sia stata la vera ragione di tanto entusiasmo: “Juventus-Atletico Madrid era importante per tutti, dai tifosi a Sky che investe sulla Champions, passando per giornali e tutto il movimento calcio italiano. Quando comincia la partita, la telecronaca deve essere emozione, Cristiano aveva addosso la pressione del fallimento ed invece uno, due, tre gol, tornando indietro, rifarei tutto. Per me è Cristiano. Questione di fonetica sul goal. Cristianooo Ronaldooo fa schifo. Ronaldooo per me era quello dell’Inter. Cristianooo funziona”.