Mimmo Di Carlo, tecnico del Chievo Verona, è intervenuto ai microfoni di DAZN dopo la sconfitta contro il Milan

Chievo Verona Di Carlo | Occasione sfumata per i clivensi che avevano agguantato il pari contro il Milan, salvo poi soccombere con il risultato finale di 1-2 dopo il gol di Piatek. Situazione sempre più difficile per il Chievo Verona, como sottolineato dallo stesso tecnico nel post-partita:

“Sono sei partite che subiamo episodi dubbi e strani, ma niente alibi, abbiamo perso contro un grande Milan. Sono soddisfatto dei miei tifosi e della mia squadra, ma qui ognuno fa come vuole, ogni arbitro decide come vuole, impossibile non fischiare falli del genere, il var viene usato come vogliono, non va neanche usato là. Ho 54 anni e sono sicuro di sapere cosa sia un fallo e cosa non sia, abbiamo perso contro il Milan con un colpo di kung-fu! Peccato che nelle ultime sei il var ci è stato sempre contro. Salvezza? La squadra c’è, gioca, manca serenità. Se avessimo avuto le maglie invertite avremmo vinto 3 a 0, non voglio andare oltre perché altrimenti i vertici degli arbitri si arrabbiano. Non capisco come non sia possibile vedere il fatto che sul secondo gol rossonero c’è un fallo. Per non parlare della barriera su cui ha segnato Biglia, però loro vincono e noi perdiamo. La barriera era troppo distante ovviamente, sempre contro di noi le regole vengono eluse! Le punizioni vanno tirate a 9 metri, non 9.6 metri, perché cambia tutto”.