Calcio estero, la Uefa ha aperto un’indagine sul Manchester City

| 07/03/2019 23:55

Il Manchester City avrebbe violato il Fair Play Finanziario

Il Manchester City è l’unica squadra in Europa, ancora in corsa per tutte le competizioni. In campo le cose vanno a meraviglia, le brutte notizie però sono fuori dal rettangolo verde. La squadra di Guardiola, prima in Premier League e con un piede ai quarti di Champions, è infatti ufficialmente nel mirino della Uefa per potenziali violazioni alle regole sul Fair Play Finanziario. L’organo giuridico infatti ha annunciato l’apertura di un’indagine sul club inglese, spesso accusato di aggirare questi paletti tramite la proprietà qatariota.

manchester city, david silva

Il City accoglie l’indagine, ma rischia l’esclusione dalle coppe

Nel comunicato dell’UEFA non vengono forniti molto dettagli sull’indagine in corso ma viene confermato che nel mirino ci sono proprio presunte violazioni delle regole finanziarie: “La Camera Investigativa dell’Organo di Controllo Finanziario per club della UEFA (CFCB) ha aperto oggi un’indagine formale sul Manchester City per potenziali violazioni dei regolamenti del Fair Fair finanziario (FFP). L’indagine si concentrerà su diverse presunte violazioni del FFP che sono state recentemente rese pubbliche da vari media. La UEFA non farà ulteriori commenti sulla questione mentre l’indagine è in corso”. Se le accuse venissero confermate, il City rischierebbe l’esclusione dalle coppe nella prossima stagione.

Non si è fatta attendere la risposta del Manchester City, che ha riportato un comunicato sul proprio sito a questa notizia: “Il Manchester City accoglie con favore l’apertura dell’indagine Uefa come un’opportunità per porre fine alle speculazioni derivanti da attività illegali. L’accusa di irregolarità finanziarie è completamente falsa. I resoconti pubblicati dal Club sono completi, legali e regolari”.


Continua a leggere