Juventus: l’arma in più di Max Allegri in vista della Champions

| 06/03/2019 08:30

Notizie Juventus:Max Allegri ha un asso nella manica

Notizie Juve: Allegri ci crede. Come riportato da La Gazzetta dello Sport dopo il gol di Miralem Pjanic ora Allegri ha un’arma in più.

Mire di fronte a un calcio di punizione si sente a casa e quello di domenica sera, a Napoli, è il simbolo della sua arte. Non è stata la punizione più precisa della sua vita, però per la Juventus resta una grande notizia. Quel gol su punizione è il primo da fermo in una stagione strana: per la Juve, 24 punizioni calciate, un solo gol. Questo. Nel campionato 2017- 18, per un paragone immediato, furono 6. 

Cristiano Ronaldo in tutto questo ha un ruolo. CR7 ha un litigio aperto con i calci di punizione perché negli ultimi tre campionati ha segnato una sola volta da fermo, proprio all’Atletico.

Ronaldo segna ma non come i compagni. In campionato, Cristiano ha calciato 16 punizioni, calamitando tentativi che senza di lui sarebbero toccati a Pjanic, a Dybala, a Bernardeschi. Forse la Juve avrebbe segnato qualche gol in più, ma ad Allegri importa poco: con 72 punti in 26 partite, i rimpianti non esistono. La questione centrale è il futuro. La questione centrale è l’Atletico Madrid.

Un gol su punizione, in una partita complessa come Juventus-Atletico, varrebbe doppio. Di più: se arrivasse nei primi minuti, cambierebbe l’umore dello Stadium.

Miralem è lo specialista più celebrato, l’uomo che – timidamente – si è spinto a dire che insomma, le punizioni da vicino le avrebbe calciate lui. Paulo però ha due vantaggi. Il primo: è mancino, quindi calcia dall’altro lato. Il secondo: ha un dato clamoroso dalla sua parte. Dybala è il tiratore di punizioni più efficace d’Europa dal 2009 a oggi. Considerando gli specialisti dei cinque grandi campionati, si scopre che Paulo ha segnato 9 punizioni sulle 52 calciate, il 17%. Nessuno ha fatto meglio, nemmeno Pirlo (8%), nemmeno Messi (9%), nemmeno Pjanic che pure è in classifica (10%).


Continua a leggere