Mercato Milan: si pensa al rinnovo di Donnarumma

La stagione non è ancora finita e il Milan, come molte altre squadre, è ancora in piena corsa per un posto in Champions. Un traguardo che passerà anche dalle parate di Donnarumma, tornato decisivo nelle ultime partite. Il portiere rossonero, 20 anni tra pochi giorni, sembra tornato ai suoi livelli e da poco ha festeggiato il traguardo delle 150 presenze. Un predestinato che ha rischiato di lasciare il Milan, nella burrascosa estate del famoso rinnovo di contratto. Una trattativa che ritornerà nel vivo nei prossimi mesi, perchè Raiola è già pronto a chiedere un altro rinnovo fino al 2024 e qualche modifica sulle condizioni economiche. Il clima intorno a Donnarumma è molto più disteso rispetto a quando c’erano Fassone-Mirabelli, ma quando c’è Raiola di mezzo è bene restare in guardia. La base di partenza è buona perchè la volontà della società e del giocatore coincidono, alcune questioni però andranno risolte.

Calciomercato Milan, Donnarumma

Il Milan cerca l’intesa con Raiola, c’è il nodo della clausola rescissoria

Il contratto di Donnarruma a oggi scade nel giugno 2021 e per convincerlo a rinnovare altre tre anni, Leonardo sarebbe disposto ad alzare l’attuale ingaggio di un milione. In pratica la cifra finora destinata al fratello Antonio, terzo portiere del Milan che in estate dovrebbe partire. Nel mercato di gennaio era a un passo dall’Olympiacos, ma il piccolo infortunio di Pepe Reina ha bloccato la cessione, quasi inevitabile nei prossimi mesi. In ogni caso, come succede spessp per Icardi, è facile pensare a un ritocco dell’ingaggio se si rinnova un contratto così importante. Mino Raiola non dovrebbe forzare la mano perchè ha buoni rapporti con la nuova dirigenza rossonera, che però dovrà trovare un punto d’incontro sulla clausola rescissoria. Il Milan non vorrebbe inserirla per avere più libertà di trattare una cessione (improbabile) di Donnarumma, il suo agente però potrebbe richiederla a patto che non sia inferiore ai 100 milioni. Una cifra per la quale non si può trattenere il portiere. Le parti però si devono ancora incontrare e nei prossimi mesi si capiranno meglio i contorni dell’affare, che salvo colpi di scena sarà a lieto fine.