Lazio, Inzaghi sulla formazione: “Giocano Luis Alberto e Correa”

La Lazio si prepara a sfidare domani sera il Siviglia, nell’andata dei sedicesimi di Europa League. Simone Inzaghi, in conferenza stampa, ha fatto un punto sugli infortunati e sulle difficoltà della partita: “Siamo reduci da due vittorie importanti in campionato e dalla conquista della semifinale di Coppa Italia, domani ci attende una gara importante. Abbiamo avuto sei giorni per poter lavorare bene e recuperare le energie, soprattutto quelle mentali”

Sulle condizioni di Immobile: “Ciro è un giocatore molto generoso, vorrebbe esserci, mancano due allenamenti, non si è ancora allenato con la squadra e con lo staff medico non vogliamo correre rischi. Vedremo gli allenamenti di oggi e domani, ma è più no che sì”

Sulla gestione di Milinkovic-Savic: “La partita con l’Empoli per noi era molto importante, già ci mancavano Luis Alberto e Immobile. Correa e Milinkovic si erano allenati con il gruppo: avendo avuto altri giocatori a disposizione avrei fatto altre scelte. Milinkovic ha avuto un problema che a mio parere gli farà saltare due partite”

Sulla fase a gironi: “A differenza del Siviglia e di altre squadre, noi ci siamo qualificati con due turni d’anticipo. Il nostro è stato un grande cammino, come l’anno scorso. Sicuramente ci saranno, ma non ricordo altre squadre qualificate per due anni di fila con due giornate d’anticipo. Dispiace che poi abbiamo perso le ultime due del girone”

Sugli errori dell’anno scorso: “Ricordo ancora Salisburgo, ma anche la cavalcata compiuta dalla squadra. So che è difficile, a differenza dell’anno scorso siamo arrivati secondi. Sulla carta nel doppio confronto con il Siviglia non siamo favoriti ma schiererò la migliore formazione”

Sulla gerarchia tra le competizioni: “Nessuna gerarchia, mi sono accorto in questi anni che non puoi mai mettere in conto qualcosa. Ragiono sempre partita per partita, siamo orgogliosi di essere in corsa in tutte le competizioni”

Sulle qualità del Siviglia: “Sono una squadra molto tecnica, costruita nel migliore dei modi, hanno una rosa lunga, possono cambiare elementi e giocano un calcio simile al nostro, con il 3-5-2. Giocatori tecnici e di qualità, ne abbiamo parlato con la squadra”.

Sulla situazione infortunati: “Luis Alberto e Correa, che avevano avuto problemi nell’ultima settimana, li ho visti bene. Mancano due allenamenti, se riceverò conferme, partono dall’inizio. L’obiettivo è provare a fare la partita e cercare di non prendere gol”.