Juventus, Chiellini e la fascia di capitano

Giorgio Chiellini, in un’intervista alla Stampa, ha raccontato il suo rapporto con la fascia di capitano della Juventus. Il difensore bianconero, pronto a rientrare dopo l’infortunio, ammette che aver raccolto l’eredità di Gianluigi Buffon non è stato semplice: “Mettere d’accordo 25 persone nel quotidiano è dura. Da capitano non devi farti gli affari altrui, ma mantenere l’equilibrio e in uno spogliatoio multietnico con origini, abitudini e religioni diverse non è sempre facile. Però condividere è bello”. Nel giorno della clamorosa decisione dell’Inter, che ha tolto la fascia di capitano a Icardi, le parole di Chiellini dimostrano come bisogna diventare un vero leader.

Juventus Chiellini Dybala Bernadeschi

Chiellini su Ronaldo “E’ un campione come Federer e Bolt”

Come è stato Buffon che iera sera ha aggiornato un record personale della Champions. Con la nuova maglia del Psg, nella vittoria 0-2 a Old Trafford, l’ex portiere bianconero è diventato a 41 anni il quarto portiere più anziano a giocare in Champions League. Il suo reale obiettivo è riuscire a vincere quella coppa, inseguita anche dalla Juventus che quest’anno ha l’appoggio di Cristiano Ronaldo. Proprio il fenomeno portoghese è stato così descritto da Giorgio Chiellini: “Leader si diventa, io sono curioso, sono un buon osservatore e imparo. Avere vicino Ronaldo, per esempio, è interessante. È di quelli come Bolt, Federer: conoscere le abitudini di chi ha una marcia in più serve. Non per imitare, per allargare il punto di vista”.