Roma-Porto, le probabili formazioni di Gazzetta

Roma-Porto, le formazioni della Gazzetta dello Sport. Manolas è recuperato, anche se dovrà stringere un po’ i denti. Per Olsen, invece, bisognerà aspettare le eventuali valutazioni che verranno fatte oggi. Il problema al polpaccio resta, anche ieri il portiere svedese ha svolto lavoro differenziato insieme ad Under e Perotti (i due che salteranno anche la sfida con il Porto e che rientreranno invece lunedì prossimo, contro il Bologna).

Roma, Manolas in campo

Per questa ragone, in attesa di capire se Olsen ci sarà o meno, la buona notizia è sicuramente il recupero di Manolas. Il difensore greco tornerà a guidare la difesa in coppia con Fazio, nonostante il fastidio al pube che non è sparito e che lo ha costretto ad alzare bandiera bianca nella sfida di Verona, con il Chievo. Sulle corsie esterne confermati Karsdorp e Kolarov, mentreacentrocampo tornerà in regia Daniele De Rossi, che proprio con il Porto ha qualcosina da farsi perdonare (l’espulsione nella sfida diritorno dei playoff di Champions del 2016). Al suo fianco dovrebbero giocare Cristante e Pellegrini, mentre Zaniolo dovrebbe essere riproposto come esterno alto in attacco. L’alternativa è Florenzi, con Zaniolo intermedio. La gara è in programma allo stadio Olimpico di Roma, la partita sarò trasmessa solo da Sky Sport.

Roma, Chi gioca tra i pali?

 

Chi indosserà le ali per volare? Logica e gerarchie direbbero senz’altro Robin Olsen, ma un polpaccio galeotto lo ha tenuto fuori a Verona contro il Chievo e rischia di fare lo stesso stasera contro il Porto, visto che ieri non si è neppure allenato in gruppo. Ma occhio ai miracoli. Eusebio Di Francesco lo proverà anche stamattina. L’ex del Bologna già venerdì a Verona ha dimostrato di essere in gran forma, pur conscio del fatto che le gerarchie lo vedranno sempre dietro al portiere svedese.