Calciomercato Juventus, in estate caccia a Isco

Ultime Juve: c’è Isco. Come riportato da Tuttosport la Juventus accelera: ieri pomeriggio Isco si è seduto in panchina per l’undecesima volta da quando Santiago Solari è diventato l’allenatore del Real Madrid e gli ha concesso appena due partite.

La dirigenza bianconera ha capito che è il momento migliore per provare un affondo, puntando sul profondo malcontento del giocatore caduto in disgrazia nel giro di pochi mesi nei quali si è trasformato da perno fondamentale a esubero. 

Santiago Solari non lo considera adeguato al tipo di fútbol che vuole proporre e nemmeno gli infortuni di Gareth Bale e Marco Asensio per garantire al fantasista malagueño un posto nell’undici titolare dei campioni d’Europa nella partita di ieri contro la Real Sociedad, finita per altro con una clamorosa sconfitta del Real Madrid.

Quello che resta da capire, tuttavia, è quanto tempo ancora riuscirà a resistere Solari sulla panchina dei Blancos. Ed è proprio questa incognita a rendere ingarbugliata la situazione di Isco.

A Madrid sono tutti convinti che il fuoriclasse spagnolo chiederà a  Florentin Pérez di andare via già a gennaio.

La sconfitta di ieri, infatti, mette nei guai l’argentino che, da ieri sera, non è più sicuro che toccherà a lui a gestire la pianificazione della prossima stagione del Real e, quindi, nemmeno del futuro Isco .

Insomma, come è capitato allo United con Pogba che, alla lunga, l’ha avuta vinta su Mourinho e ora gode di ottima salute dopo l’esonero del portoghese, Isco potrebbe riconquistarsi il Real con un esonero di un altro ex interista.

Isco cambia aria o aspetta?

Ma proprio la grande confusione che sta regnando in seno al Real nella prima stagione del post Ronaldo potrebbe aver suggerito a Isco di cambiare aria a prescidere dal destino di Solari. La società non lo ha difeso e ha permesso all’allenatore di marginalizzarlo, nonostante Florentino Perez abbia spesso ammonito le pretendenti al suo cartellino sventolando loro la clausola di rescissione da 700 milioni di euro.

Ovviamente la Juventus non spenderebbe i 700 milioni della clausola, ma tratterebbe sulla base di una valutazione più congrua. Anche perché il Real continua a seguire con goloso interesse Eden Hazard e Christian Eriksen.