Bologna, clamorosa idea Sensi per il centrocampo: le alternative

Il Bologna starebbe studiando varie situazioni di mercato per rinforzare la formazione di Filippo Inzaghi che sta vivendo non poche difficoltà. Secondo quanto riferito dal Resto del Carlino, l’idea più clamorosa porterebbe a Stefano Sensi del Sassuolo. Quest’ultimo ha un costo abbastanza elevato ed inoltre ci sono vari club italiani su di lui, tra cui il Milan, Le alternative sono Jakub Jankto, Luca Cigarini ed Andrea Bertolacci. Anche in difesa ci saranno degli interventi: si sta provando infatti a parlare con Torino e SPAL per avere Kevin Bonifazi.

Inter e Milan su Sensi

Su Stefano Sensi ci sono Inter e Milan, due concorrenti molto difficili da superare. Al Sassuolo con De Zerbi ha ritrovato la forma e in questo scorcio di campionato ha sfoderato prestazioni importanti contro le grandi, oltre ad ottenere la chiamata in nazionale. A soli 23 anni il centrocampista di Urbino ha le qualità tecniche per confrontarsi ad alto livello e ciò ha indotto Leonardo e Ausilio a bussare alle stesse porte.

Il Milan è partito prima per un’evidente necessità contingente, legata agli infortuni a catena che priveranno a lungo Gattuso (in particolare) di Biglia e Bonaventura. E Sensi, si sa, si fa apprezzare sia da regista che da mezzala. Però le mosse dei vertici rossoneri sono rallentate dalle incertezze sulle risoluzioni dell’Uefa per il Fair Play finanziario.Il Sassuolo è a conoscenza dell’interesse rossonero, ma non ha sul tavolo ancora un’offerta concreta. I rapporti fra i club sono eccellenti, aggiungiamo la fede dichiaratamente rossonera del patron Giorgio Squinzi, e si ha un quadro promettente per le attese milaniste. Ma questi piani devono fare i conti con le contemporanee mosse del d.s. nerazzurro Piero Ausilio.

Ultime Inter Keita

Marotta ha appena lasciato la Juve e si appresta a sposare la causa interista. Il manager varesino non è ancora sceso in campo, visto che solo ieri è rientrato dal suo viaggio in Cina per definire le intese con la famiglia Zhang, ma è logico dedurre che l’iniziativa di Ausilio avrà il suo significativo appoggio. In questa fase delicata bisogna però fare i conti con le esigenze tecniche del Sassuolo. De Zerbi è orientato a tenersi stretto il suo allievo e questo impedimento potrebbe mettere in difficoltà la strategia milanista. Se Gattuso, infatti, ha bisogno urgente di un rinforzo in mezzo al campo, invece le attenzioni interiste sono rivolte al mercato estivo.

Siamo ancora in una fase preventiva. La trattativa vera e propria non è ancora partita. Tuttavia 20 milioni per il cartellino ora potrebbero non bastare.