Juventus: arriva Todibo, il colpo a paramentro zero

Calciomercato Juventus: dentro Todibo. Il colpo a zero sta diventando un marchio di fabbrica della Juventus. 

Il “made in Italy” e il “parametro zero”. A questo ha abituato la Juventus. Così come riprotato da Tuttosport la storia potrebbe ripetersi: da Pirlo(2011) a Emre Can (2018) passando per i vari Llorente (2013), Coman (2014), Khedira e Neto (2015), Dani Alves (2016). Ci sono almeno quattro giocatori stranieri in odore di svincolo che stuzzicano il maestro e l’allievo e sul quale è prevista bagarre.

Il nome più caldo è quello di Jean-Clair Todibo, 18enne difensore del Tolosa. Paratici, che con l’addio di Marotta è diventato il responsabile dell’area sport della Juventus, si è mosso con largo anticipo. La corsa per il centrale rivelazione della Ligue 1 – 10 presenze e un gol prima di essere messo fuori rosa per ragioni contrattuali – però è tutt’altro che chiusa.

Sul ragazzo ci sono tante big: Liverpool, Bayern, Barcellona, Napoli, Lione, Schalke. La decisione di Todibo è data per imminente. Paratici, pur di superare la concorrenza, è disposto anche ad anticipare il colpo a gennaio tentando il Tolosa con un paio di milioni di indennizzo e una percentuale sulla futura rivendita. Una formula stile Bentancur,

Altri colpi a zero

 

A zero si muoverà anche Aaron Ramsey, corteggiato da tutte le big della Premier e da almeno sette club stranieri: Real Madrid, Barcellona, Bayern, Psg, Juventus, Inter e Milan. La mezzala box to box dell’Arsenal sembrava diretta in Baviera ma occhio al Real.
Stessa scadenza 2019 anche per quel Adrien Rabiot (Psg) su cui Marotta e Paratici si sono trovati a colloquiare un centinaio di volte negli anni juventini.
Anthony Martial, attaccante 22enne del Manchester United, merita un discorso a parte: come Rabiot è un pupillo di Marotta e Paratici dal ameno 4-5 anni (i primi contatti ai tempi della Primavera del Lione) e lo scorso giugno era molto più che un’idea per la Juventus. Martial a zero sarebbe un colpaccio.