Ecco tutti i vincitori del gran galà del calcio: la parte del leone la fa la Juventus

Vincitori Gran Galà del calcio | La Juventus è la squadra più rappresentata, anche perché ha acquistato un certo Cancelo che l’hanno scorso ha fatto le fortune dell’Inter e quest’anno continua in bianconero. Solo Koulibaly rappresenta la cavalcata del Napoli di Sarri, con quei 91 punti che sanno ancora di rammarico.

I premiati al Gran Gala del Calcio

Top 11 (4-3-3): Alisson; Cancelo, Chiellini, Koulibaly, Alex Sandro; Nainggolan, Pjanic, Milinkovic-Savic; Dybala, Icardi, Immobile.

Gol più bello: Mauro Icardi (Inter). A Sky Sport i suoi ringraziamenti: “Sono contento di ricevere questi premi, perché i votanti sono colleghi e compagni. Cercheremo di proseguire così e fare grandi cose, voglio fare bene con l’Inter, sono già stato capocannoniere due volte e spero di vincere qualcosa di più importante. Dybala è un amico, ci siamo divertiti e ora aspettiamo la grande sfida di venerdì”. 

Miglior portiere: Alisson (Liverpool / Roma). Queste le sue dichiarazioni: “È un grandissimo piacere ritrovare i miei compagni, grazie alla Roma che mi ha portato qui, a mister Savorani che mi ha fatto diventare ciò che sono oggi. Prima stagione non giocavo tanto perché c’era un altro grande portiere: Szczęsny. L’Italia manca tanto anche alla mia famiglia, magari un giorno tornerò. Liverpool? Mi trovo bene, la Premier è un grandissimo campionato. Per me professionalmente parlando è stato uno step importante. Tutti i grandi portieri brasiliani sono però passati dall’Italia. È stato determinante anche per me”.

Miglior giovane di Serie B: Sandro Tonali (Brescia).

Migliore calciatrice: Alia Guagni (Fiorentina Women’s).

Miglior arbitro: Gianluca Rocchi.

Miglior allenatore: Massimiliano Allegri (Juventus). Queste le sue parole: “L’anno scorso era andato a Sarri. 40 punti? Siamo salvi, a parte gli scherzi. Questa è una serata bellissima e sono felice di ricevere il premio, grazie a chi sta con me tutti i giorni, soprattutto i giocatori. È un gruppo di grandi uomini, con una grande società dietro. Ho a disposizione tanti giocatori, mi ritengo fortunato per i giocatori che ho allenato, stasera c’è il Maestro Pirlo, davvero un onore averli allenati. Ronaldo? Incide perché ha portato professionalità, ha portato competitività, un ragazzo umile”.

Migliore squadra: Juventus.