Sampdoria-Bologna, la sintesi della partita

Sampdoria-Bologna, è l’anticipo delle 20.30 della 14a giornata di Serie A.

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Andersen, Murru; Praet, Vieira, Linetty; Ramirez; Caprari, Quagliarella. Allenatore: Marco Giampaolo

Bologna (3-5-2): Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander; Mattiello, Poli, Pulgar, Svanberg, Krejci; Santander, Falcinelli. Allenatore: Filippo Inzaghi

Primo tempo a senso unico a Marassi di Genova. Apre il match il gol di Dennis Praet che sfrutta a dovere la bella iniziativa sulla sinistra di Caprari. L’ex Pescara guadagna il fondo e mette in mezzo un pallone bucato dalla difesa del Bologna e sul quale arriva Praet che insacca sul secondo palo.

Il Bologna, tuttavia, regisce subito e va in gol con l’incursione dalla destra di Svanberg, che mette dentro per Poli. L’ex Samp batte Audero anche con un pizzico di fortuna.

Il gol del pareggio scuote la squadra di Giampaolo che pressa alta e sfrutta un grave errore in costruzione della difesa del Bologna. La squadra di Filippo Inzaghi perde palla e regala il vantaggio a Fabio Quagliarella. L’attaccante blucerchiato prende la mira dall’interno dell’area di rigore e non ha difficoltà a battere Skorupski. A questo punto la Samp dilaga con Caprari che mette ancora in crisi gli ospiti e serve Ramirez  che non ci pensa due volte e calcia di sinistro battendo sul tempo Skorupski.

Nel secondo tempo la Sampdoria prova a contenere la reazione degli emiliani che tuttavia non crea particolari problemi ad Audero. Il Bolgona costruisce qualche buona occasione con Santander che lavora da pivot per i compagni. Anzi, a segnare è ancora una volta la Sampdoria che con Quagliarella trova la rete del 4-1 su assist di Linetty.