Sebastian Giovinco si racconta in un’intervista a Sky Sport a proposito di Juventus e di nostalgia…

Giovinco Juventus | La Formica Atomica esordisce con un commento sulla Juventus. La classe di Cristiano Ronaldo era già risaputa, ma ormai Chiellini fa la differenza ed il vero uomo in più della Juventus. Ecco quanto dichiarato da Seba in proposito: “Per giocare tanti anni con la stessa maglia devi avere doti e dna per farlo. Lo vedevo già come leader, prima c’era Buffon ma Giorgio aveva i tratti del leader”. Sullo scudetto poi non ha dubbi: “La Juve ha un organico troppo superiore alle altre tra campo e panchina, la differenza è evidente, non so proprio come possano contrastarla le altre. Mi piace il Napoli, ma sono convinto che non basterà per togliere il tricolore ai bianconeri. Mertens e Insigne mi piacciono molto. Quest’ultimo, ora che gioca più centrale, sta dimostrando di vedere bene la porta”. 

C’è nostalgia dell’Italia: “Mi manca l’Italia, mi manca la Serie A anche se, lo ripeto nuovamente, in America va tutto benissimo. Quindi, in questo momento, non è una priorità tornare in Europa. Io sono felicissimo di essere tornato a respirare il clima di Coverciano. È stato splendido rivedere tanti amici. Ora posso solo continuare a segnare e a impegnarmi al massimo. Il resto non dipende da me”.

Sulla MLS: “Sta crescendo, anno dopo anno. Lo vedo dai giocatori che sono arrivati. La qualità dei singoli è aumentata e il campionato ne ha guadagnato. Per le squadre da metà classifica italiane si potrebbe anche scegliere in MLS”.