Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Tottenham in Champions League

Inter Spalletti | La Champions League è fatta di grandi sfida: lo sa bene il tecnico toscano che in conferenza stampa, alla vigilia di Tottenham-Inter, che subito avverte: “Io, fin dal giorno del sorteggio, sapevo che per qualificarci dovevamo buttare giù delle più grandi squadre d’Europa”. Il tecnico dell’Inter ha avuto parole di elogio per Marcelino, che a sua volta ha annunciato come giocherà il Tottenham visto che dovrà fare bottino pieno nelle prossime due gare. L’Inter potrà contare su due risultati su tre ma Spalletti, oltre a predicare attenzione ed evitare di accontentarsi di un pareggio, vede il traguardo possibile e già pregusta l’impresa, guardando anche più un là: “Se riesci a qualificarti eliminando delle squadre così poi nulla può esserti precluso”. 

Sempre secondo Spalletti, l’Inter è abituata a giocare certe sfide, visto che il palcoscenico fisso è uno stadio come il Meazza, quindi non avrà problemi d’impatto con Wembley: “La partita con il Tottenham sarà un termometro per capire se si è da Inter e, per quello che ho visto io, ormai ci siamo abituati ad un certo tipo di atteggiamento”. Nel match d’andata, l’Inter riuscì ad imporsi in maniera incredibile: “Da allora abbiamo affrontato due tra le squadre migliori d’Europa, siamo entrati in questo tipo di realtà. Nella prima sfida siamo andati anche in difficoltà, ma abbiamo fatto delle cose buone”.

Infine, il punto sulle condizioni della squadra: Asamoah e D’Ambrosio saranno della partita, aumentando i dubbi di Spalletti, che sempre per sua ammissione d’ora in poi avrà sempre più l’imbarazzo della scelta, visto che cresce il livello di tutti i calciatori.