Boca Juniors, parla l’autista del bus: “E’ stata una tragedia, ho perso i sensi”

River-Boca: la partita è stata posticipata per gli incidenti di ieri al bus degli “ospiti”. I tifosi del River, infatti, hanno preso d’assalto i calciatori avversari e hanno costretto alla sospensione, prima, e poi a rimandare la gara.

In attesa di capire quando e dove verrà recuperata il ritorno della finale della Libertadores tra River e Boca, dall’Argentina arriva un’altra testimonianza sul violento attacco al pullman degli Xeneizes. A parlare è proprio l’autista del bus:

“Si è sfiorata la tragedia. Giunti a 500 metri dal Monumental è iniziato un fitto lancio di oggetti e bottiglie contro il pullman. I capannelli di teppisti agli angoli della strada e l’assembramento nei pressi dell’ingresso al garage dello stadio mi hanno chiaramente fatto pensare che si sia trattato di un’imboscata pianificata”.

Nel corso degli incidenti, infatti, il capitano del Boca è stato colpto con lo spray urticante ed è stato soccorso in ospendale. Ma non solo, l’inter bus è stato devastato dai tifosi. Per questa ragione Tevez e compagni hanno chiesto ed ottenuto di rimandare la partita ad oggi.

“Ricordo solo di aver perso i sensi per qualche istante dopo essere stato colpito da una pietra che ha rotto il finestrino laterale. Fortuna che Horacio Paolini era seduto accanto a me e ha avuto la prontezza di afferrare il volante evitando che ci schiantassimo da qualche parte”.

Tuttavia il match non è stato giocando nemmeno oggi e probabilmente la Finale sarà disputata in settimana ma ancora nessuna notizia ufficiale.