Malagò: “Quella del Governo non è riforma, è una vera e propria occupazione dello sport italiano”

| 15/11/2018 16:00

Coni, Malagò sbotta dinanzi alle telecamere, accuse durissime: “Riforma illogica, non mi dimetto soltanto perché non sono uno che abbandona la barca”Diritti tv, Malagò

Malagò| Coni| Riforma| Dichiarazioni| Accuse| Italia| Calcio| Non una situazione semplice e serena quella attualmente nel Coni. A testimoniarlo ci hanno pensato le dichiarazioni forti del presidente del Coni, Giovanni Malagò, parlando ai membri del consiglio nazionale in corso in riferimento alla riforma del Coni contenuta nella bozza della manovra.

Queste le dichiarazioni del presidente del Coni Giovanni Malagò

“Questa non è la riforma dello sport italiano, non c’entra nulla. Questo è un discorso in modo elegante di occupazione del comitato olimpico italiano. Quello che uscirebbe o potrebbe uscire da questa norma non la considero una riforma, è una precisa e fortissima volontà della politica di oggi di trasformare il Coni. Con i contributi gestiti dalla nuova struttura politica il Coni si ridurrebbe a un’agenzia di viaggi.  Riforma illogica, non mi dimetto soltanto perché non sono uno che abbandona la barca”.


Continua a leggere