Calciomercato Juventus: Tonali arriva, operazione “alla Caldara”

| 15/11/2018 09:30

Mercato Juventus: Tonali arriverà

Calciomercato Juventus: Tonali fa come Caldara. La Juventus ha  due jolly per bruciare la concorrenza nella corsa a Sandro Tonali.

Come riportato da Tuttosport, Massimo Cellino è un abile mercante, ma ai suoi gioielli si è sempre affezionato e Tonali è l’ultimo della serie. Massimiliano Allegri, che del presidente del Brescia è stato sia giocatore sia allenatore ai tempi del Cagliari, lo sa perfettamente. Il Conte Max, per stessa ammissione di Cellino, è una sorta di figlio calcistico del patron dei lombardi.

L’amicizia potrebbe favorire la trattativa. Cellino è stato il primo a lanciare Allegri su una panchina di serie A prelevandolo dal Sassuolo fresco di promozione dalla C alla B. Più che una scommessa, una vera e propria intuizione.

Tonali non sarà il nuovo Pirlo, però è un centrocampista con dei numeri importanti per un 18enne. I soldi saranno fondamentali per il colpo di calciomercato Juventus, come sempre, ma c’è da scommettere che Cellino, di fronte a offerte simili, cercherà di affidare il nuovo gioiello della Nazionale alle mani di un allenatore che ne esalti l’estro. Allegri è un maestro e negli anni si specializzato anche nel lancio dei giovani talenti. Da Morata a Dybala, passando per Rugani, Bernardeschi, Bentancur: tutti esplosi con il tempo.

Mercato Juventus: come prendere Tonali

Tra club italiani (Juventus, Inter, Milan, Roma, Napoli) e inglesi (Chelsea e City) c’è la fila per il pupillo di Eugenio Corini. Il ds bianconero Fabio Paratici vuole bruciare i tempi per evitare un bis del caso Verratti – nel 2012 sfuggito all’ultima curva e accasatosi al Psg – e perché è perfettamente consapevole del rapporto privilegiato tra il suo maestro Beppe Marotta, futuro ad dell’Inter, e Cellino.

Siccome aspettare sarebbe molto più rischioso (questione di soldi e concorrenza), nel quartier generale bianconero stanno valutando una formula sullo stile di quella con cui fu acquistato Mattia Caldara dall’Atalanta nel gennaio 2017. Il centrale, poi in estate passato al Milan nello scambio con Leonardo Bonucci, per un anno e mezzo (gennaio 2017-estate 2018) è rimasto a Bergamo, ma con uno status diverso da quello precedente: giocatore di proprietà della Juventus in prestito ai nerazzurri. Uno scenario, in caso di promozione del Brescia in A, che fa gola alle Rondinelle.


Continua a leggere