Report: paura per il giornalista Report, volevano bruciargli casa

| 14/11/2018 08:30

Report: il giornalista Report se l’è vista brutta, volevano bruciargli casa

Report: paura per il giornalista Report. La notizia è terribile e arriva dalla periferia di Roma: ignoti, hanno infatti compiuto un vero e proprio gesto intimidatorio verso Federico Ruffo, il giovane autore di Report che di recente aveva condotto l’inchiesta per lo storico programma televisivo di Rai Tre sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nelle curve della Juventus.

Il collega aveva dato il via anche ad un mare di polemiche, soprattutto nell’ambiente bianconero. Come riportato da “il Mattino”, solo l’intervento provvidenziale di un cane, che ha iniziato ad abbaiare improvvisamente mettendo in fuga gli autori, avrebbe evitato il peggio.

L’abitazione di Ruffo si trova tra Ostia Antica ed Acilia: attorno alle 4.30 circa, qualcuno ha prima disegnato una croce con della vernice rossa sulla parete della sua abitazione.

Il cane ha salvato il giornalista

Ma non è finita perchè i malviventi hanno poi cosparso di benzina il pianerottolo dove c’è l’ingresso di casa sua. E a quel punto, l’intervento del cane che ha “sventato” i piani dei malviventi.

Il gironalista ha spiegato alle forze dell’ordine di passare “pochissimo tempo in quella casa, non ho idea di come abbiano fatto a sapere che stavo tornando”.

Già prima della messa in onda del servizio, la Federazione Nazionale Stampa Italiana aveva parlato di “intimidazioni, minacce, annunci di querele milionarie”.

Aveva spiegato in un comunicato stampa che già ore prima della trasmissione dell’inchiesta di Report condotta da Ruffo, questa aveva “scatenato le reazioni tipiche di quando si toccano affari sporchi.

Usigrai e Fnsi si schierano al fianco di Federico Ruffo, autore dell’inchiesta, del curatore Sigfrido Ranucci, e di tutta la redazione di Report.

Chiediamo alla Rai e alle autorità, ciascuno per le proprie competenze, la massima attenzione, vigilanza e protezione per fare muro di fronte alle minacce di ogni tipo”.

Dopo l’uscita in onda del servizio, le polemiche erano divampate sul web. Al centro ancora una volta l’autore dell’inchiesta e la trasmissione di Report stessa.


Continua a leggere