Report, ignoti tentano di bruciare casa al giornalista che ha indagato sulla Juventus

| 14/11/2018 00:30

Report, ignoti tentano di bruciare casa al giornalista che ha indagato sulla Juventus

Si chiama Federico Ruffo ed è il giornalista di Report che ha indagato sulle infiltrazioni della ‘Ndrangheta nei sistemi della Juventus. Ora nei suoi confronti, dall’ultim’ora riferita da Il Mattino, degli ignoti hanno raffigurato una croce rossa sul muro di casa sua prima di cospargere di benzina il ballatoio, provando a dargli fuoco. A salvarlo sarebbe stato un cane che, infastidito dai rumori, avrebbe cominciato ad abbaiare mettendo i delinquenti in allarme.

Report aveva riaperto il caso

Sull’onda dell’inchiesta di Report, ha preso nuova linfa l’indagine sul suicidio di Raffaello Bucci.Juventus Report striscioni Superga

Il corpo dll’ex ultrà della Juve, diventato collaboratore del club e precipitato da un cavalcavia di Fossano il 7 luglio 2016, sarà riesumato. La Procura di Cuneo è intenzionata a disporre la riesumazione della salma per effettuare una nuova perizia: l’intenzione è capire se sia stato effettivamente pestato prima di morire.

Verranno sentiti nuovi testimoni, tra cui anche alcuni manager della Juventus

Il programma lunedì aveva mandato in onda altre intercettazioni sugli striscioni di Superga apparsi nello stadio.Mandate in onda anche le dichiarazioni della ex compagna di Bucci che ha dichiarato:

«Lui di solito mi diceva sempre più o meno che cosa c’era scritto sugli striscioni quando veniva a parlarmi. Quella volta lì mi aveva detto: “Questa volta abbiamo fatto una roba un po’ pesante”. E io gli avevo detto di fare attenzione a quello che scriveva. E lui mi aveva risposto “Abbiamo scritto della strage di Superga”. Fisicamente faceva anche gli striscioni. Quelli di Superga? So che ne aveva fatto uno, uno dovrebbe averlo fatto lui. E io gli avevo detto che erano impazziti. E lui mi aveva detto: “Tanto con Alessandro (D’Angelo) riesco a fare entrare tutto. Lui mi aiuta a far entrare tutto, riusciamo a far entrare anche quello striscione lì. Le parole esatte? Che non ci sarebbe stato alcun problema perché come al solito sarebbero risulti a entrare. Come al solito”.


Continua a leggere