Biraghi, l’agente: “Era vicino al Milan, poi c’è stato il ambio di società. Su Sepe…”

| 13/11/2018 00:30

Biraghi, l’agente: “Era vicino al Milan, poi c’è stato il ambio di società. Su Sepe…”

Mario Giuffredi, agente di Cristiano Biraghi e Luigi Sepe tra gli altri, ha parlato ai microfoni di RMC Sport a margine degli Italian Sport Awards. Ecco le sue dichiarazioni: “Sono contento per Biraghi e Sepe. Biraghi per tanti anni non è stato preso in considerazione. E’ il terzino più forte del campionato. Piaceva a Mirabelli e Gattuso al Milan. Poi non se n’è più parlato visto il cambio di società. Si voleva lavorare ancora un anno. Sepe non ha mai giocato, oggi sta dimostrando di essere uno dei portieri più forti in Italia”.

Su Zielinski: “Non sta facendo partite importanti ma rimane uno dei centrocampisti più forti del campionato”.

Ultime Fiorentina, tra rescissioni e cessioni

Dopo circa un anno e mezzo l’attaccante potrebbe rescindere il proprio contratto con la Fiorentina. L’ex Chievo ed Udinese, non gioca dal lontano Aprile 2017. Complice lo straordinario inizio campionato del Cholito Simeone, che ormai sembra inamovibile per Stefano Pioli, e i soliti piccoli problemi muscolari. Il breve minutaggio e l’esplosione dei fenomeni viola sembrerebbero aver incrinato il rapporto tra il giocatore e la società. A salutare i Della Valle potrebbero esserci anche altri giocatori.

Maxi Olivera e Laurini su tutti, chiusi entrambi dalle straordinarie prestazioni di Biraghi, nuovamente convocato in nazionale. Per il primo si valuta l’opzione estera, considerando che il brasiliano era già stato accostato nel precedente mercato alla Turchia. Per l’ex Empoli potrebbe spuntare l’ipotesi italiana, magari in serie B. Da valutare, infine, i discorsi riguardanti Diks e Ceccherini, che hanno trovato fino a questo momento zero minuti in campionato, ma non è scontato che il tecnico Pioli, considerando gli ultimi risultati negativi, possa decidere di concedere loro spazio, magari chissà anche adoperando un cambio modulo. L’ex Feyenoord potrebbe dare nuovo entusiasmo alla difesa difesa di Pioli, magari sostituendo Milenkovic e offrendo un po’ di riposo al serbo, in netto calo rispetto al clamoroso inizio di stagione. Per Ceccherini difficile pensare ad una sua cessione, considerando i 3 milioni investiti per portarlo sotto la Fiesole.


Continua a leggere