Sampdoria, Giampaolo presenta la sfida di domani contro la Roma

Giampaolo Sampdoria Conferenza/ Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, è intervenuto in occasione della conferenza stampa in vista della partita di domani contro la Roma.

Come si riparte di fronte un avversario duro come la Roma? “E’ una sconfitta che abbiamo analizzato e dove abbiamo commesso degli errori. Ai miei ragazzi dico che dobbiamo mettercela alle spalle perché la Samp è sempre andare oltre le sconfitte. E una squadra che si chiami difficili. Roma? è un avversario di caratura, dove in Champions va forte e in campionato ha avuto qualche piccola battuta d’arresto. Il nome dell’avversario conta relativamente perchè le partite sono tutte difficili”.

Con l’infortunio di Barreto ci possono essere possibilità per Jankto?
“Barreto è fuori per un po’. Perdiamo un giocatore importante dal punto di vista dell’economia della squadra. Con Jankto uso il bastone e la carota perché penso sia un giocatore importante ma da lui mi aspetto di più. Deve metabolizzare il fatto che prima era titolare e ora meno e lo ha patito. Ma i giocatori forti vengono fuori da situazioni del genere. Ci scontriamo sul campo con lui ma perchè da lui voglio di più, lo voglio portare ad esprimersi ad alto livello. Mi pare che abbia cambiato atteggiamento. Domani non parte dall’inizio”.

La metamorfosi in negativo della difesa? “Prima era esagerato il numero in un senso e ora nell’altro. Sette gol in due partite non ci stanno. La squadra ha sbagliato qualcosa e gli errori li paghi. Pensiero al Derby? No. Ho giocatori contati a centrocampo. Domani dovrò cambiare qualche interprete ma perchè non sta bene. Con Jankto e Linetty non gioco perchè sono due mancini. Il derby lo giocheremo fra 15 giorni. Non voglio pensarci. Ci sono veri acciaccati ma un giocatore che può stare all’80% ci può stare perchè l’importante di un giocatore, nell’economia della squadra, può spostare gli equilibri. Ma quando ne ho tre, quattro non posso farli giocare tutti”.