ritiro drogba

Il ritiro di Drogba era stato un colpo pesante per i fan: fortuna che l’attaccante ci ha subito ripensato, come in Wolf of Wall Street

Ritiro Drogba | “A 40 anni è il momento di dire basta”, aveva dichiarato al termine della gara persa dai suoi Phoenix Suns nella finale di USL. Fans disperati e messaggi di saluto da tutto il mondo. Una sciarpa arriva dalla tribuna, “don’cry” risponde Didier al ragazzo che gliel’ha lanciata. La giusta passerella per uno che in carriera ha segnato più di 300 gol – e che stava trascinato Phoenix a suon di reti nei playoff – vincendo 17 trofei e diventando uomo simbolo della sua Africa. Anche nel sociale, con la sua frenetica attività di beneficenza. Cala il sipario, applausi, si spengono le luci.

Drogba non si ritira, ma quale futuro?

Anzi no. Come in Wolf of Wall Street, usando proprio un video del film con Di Caprio, il re non è ancora pronto a lasciare la corona. Attraverso il suo profilo Twitter ha annunciato con un semplice “Retirement?” (“Ritiro?”), lasciando all’attore il famoso “i’m not leaving” (“non me ne vado“), che la storia non ha ancora una fine. Fioccano i messaggi dai fan: “torna al Chelsea”, “ti vogliamo al Galatasaray di nuovo”, ma la verità la conosce solo lui. Una cosa è certa però: Massimo Marianella potrà ancora cantare le sue gesta.