Calciomercato Juventus, sfida al Milan anche sul mercato

Clciomercato: duello Milan-Juventus anche sul mercato. Come riporato da Tuttosport, Juventus e Milan hanno preferito fare affari affari tra di loro piuttosto che buttarsi in una corsa concorrenziale. Juventus Benatia

Ma in futuro le strade dei due club sono destinate a incrociarsi. Vuoi perché il Milan vuole crescere in fretta, una volta archiviata l’esperienza cinese; vuoi perché la Juventus, oltre a investire, cerca sempre affari a parametro zero. 

Tra i parametri zero uno dei più ambiti in Europa è oggi Adrien Rabiot. Il centrocampista è in scadenza a giugno, del suo contratto si è parlato in lungo e in largo, tra le certezze di chi punta al rinnovo sicuro e quelle di chi sostiene che ci sarà congedo. L’unica sicurezza è che tutto è nella mani della volitiva Véronique, mamma di Rabiot che gestisce gli aspetti contrattuali del figliolo. Leonardo, dg rossonero, vanta un solido rapporto con la signora, instaurato negli anni parigini, e su questo conta. La Juventus, dal canto suo, ha iniziato da tempo il corteggiamento, per un’operazione in stile Emre Can. Oggi ha il vantaggio di poter presentare Cristiano Ronaldo come biglietto da visita e il fatto di essere stabilmente presente in Champions League, torneo che Rabiot non vuole abbandonare.

In uscita è anche Aaron Ramsey, che non rinnoverà dopo undici stagioni di Arsenal. A chi lo prende, il gallese assicura solidità e idee in mezzo al campo, con una buona propensione a farsi trovare puntuale in zona gol. Anche in questo caso il Milan mette sul campo un rapporto personale, quello con Ivan Gazidis, che si appresta a diventare ad rossonero dopo quasi dieci anni da ceo dei Gunners. La Juventus, rispetto a Rabiot, appare più defilata, ma pronta a entrare in gioco. Lo scoglio, al momento, sono le richieste economiche di Ramsey.

Il terzo duello vede il Milan indietro. Questo porta il nome di Federico Chiesa. La Juventus lo vuole. Milan defilato perché Chiesa costa e si attendono le decisioni dell’Uefa per capire come poter muoversi.

Milan: idea Benatia

Un problema che non si pone per Medhi Benatia. Se il marocchino chiederà a gennaio di andare via dalla Juventus per poter giocare, il Milan è pronto a un prestito con eventuale obbligo di riscatto. Un tema reso ancor più attuale dal fresco (e serio) infortunio di Mateo Musacchio.