Il calciomercato dell’Inter prosegue, tra vecchi pallini e nuove intuizioni: si torna alla carica per Modric, sfida alla Juve per De Paul e Andersen

Calciomercato Inter | Luka Modric, ma non solo. Ausilio e Zhang vogliono far leva sulla voglia del croato di lasciare la Spagna e andarsi a collocare nella già nutrita colonia croata ad Appiano Gentile. Quattro le motivazioni che giocano a favore della Beneamata:

1)in Spagna si è parlato di un fantomatico prolungamento di contratto per il croato, dal 2020 al 2021, a cui non ha fatto seguito alcun evento concreto;
2)il Real ha preso un centrocampista con alcune caratteristiche simili, Exequiel Palacios del River Plate (piaceva anche all’Inter), e deve solo decidere se farlo arrivare a gennaio oppure a fine stagione;
3)nello spogliatoio del Real si respira aria di smobilitazione e di provvisorietà, con la prospettiva di molti cambi da qui alla fine della stagione;
4)i collaboratori di Florentino Perez hanno convinto il presidente che Dani Ceballos è un giocatore in grado – se utilizzato con continuità – di svolgere almeno in parte i compiti di Modric.

Mercato Inter, lotta con la Juventus per De Paul, Andersen e Tonali

Rodrigo De Paul ha recentemente prolungato il contratto fino al 30 giugno 2023 ma questo significa solo che per poterlo acquistare sarà necessario un maggiore sforzo economico. L’Udinese lo valuta almeno 30 milioni ma nel portafoglio dell’Inter esistono molti giocatori che possono entrare nell’affare. Ausilio ha passato la giornata che precedeva Inter-Barcellona insieme a Osti Romei, dirigenti della Sampdoria. Il tentativo è quello di mettere al più presto le mani su Joachim Andersen, il ventiduenne difensore centrale che sta seguendo le orme di Skriniar. La Samp parte da una valutazione di 30 milioni che può essere ridotta in parte con l’inserimento dell’attaccante argentino Facundo Colidio, che piace moltissimo a Ferrero. Ancora più dura sembra la trattativa che dovrebbe portare a Sandro Tonali, il millenial del Brescia unanimemente considerato l’erede di Pirlo. Qui la partita è apertissima e va vinta già a gennaio per evitare che qualcuno se ne approfitti.