Udinese-Milan, le pagelle di Gazzetta

Udinese-Milan, la squadra di Gattuso vince anche a Udine, segnando in quella che può essere ormai ri-definita la “zona Romagnoli”.

E’ di nuovo il difensore a decidere il match, quando eravamo ormai giunti al settimo minuto di recupero. Allo stesso modo aveva realizzato il 2-1 contro il Genoa, appena quattro giorni fa, al minuto 91.

I segnali sono importato. In fondo, il derby era sfilato via nello stesso modo, in extra time. Piuttosto, c’è da dire che non si è vista una grandissima squadra, a Udine: ma bisogna subito aggiungere che agli infortunati della vigilia (Calabria, Biglia, Calhanoglu, Bonaventura) si è aggiunto dopo più di mezzora anche Higuain, uscito per un problema lombare.

Il Milan ha cambiato modulo avanzando Suso, ma al tempo stesso non avendo un centrocampo capace di ragionare troppo.

Peraltro, il Milan aveva già sofferto abbastanza anche con Higuain in campo. L’Udinese era parsa più tonica, quasi più motivata: forse le voci su una panchina a rischio per Velazquez, in caso di brutto ko, avevano dato la carica ai giocatori. Di sicuro le due squadre si sono affrontate da subito senza troppi tatticismi: più ragionata e più tecnica la formazione rossonera, più rapida e con buona corsa quella friulana. Diciamo che a livello puro di occasioni, il Milan ha avuto qualcosa in più e Musso è strato tra i migliori.

Le pagelle della Gazzetta dello Sport